La Mente: se addestrata non mente

4 aspetti emersi dall’intervista a Yuri Chechi

La mente se addestrata non mente

Sono sicuro che interessa anche a te fare ciò che desideri per essere felice. 

Felicità?! Si. Quello stato d’animo o emozione positiva di chi riesce a soddisfare i propri desideri. 

Ma che nesso ha questo con la mente?  

In questo articolo vedremo perché la tua mente influisce sulla realizzazione dei tuoi progetti e perché è importante addestrarla. 

Spesso è proprio con la tua mente che inizia la lotta. 

Chissà quante volte pensando al tuo futuro hai stabilito degli obiettivi a breve o lungo termine. 

Da quel momento la tua mente ha iniziato da una parte a pensare costantemente alla loro realizzazione e dall’altra al timore di non riuscirci. 

“Una mente forte spera sempre, ed è sempre causa di speranza” - cit.

Sperare ti aiuta ad avere la consapevolezza che potrai realizzare ciò che desideri. Ecco cosa può fare la mente.  

A volte però, come un sibilo fastidioso ti sussurra qualcosa di controproducente. 

Tu vorresti laurearti ma la mente ti dice che non sei in grado di farlo. 

Tu vorresti diventare un atleta professionista ma la mente ti dice che è troppo oltre le tue capacità. 

Ma è così? 

Una mente di questo tipo “mente”. Si concentra su una sola delle possibilità.  

C’è UNA possibilità di non laurearsi e c’è UNA possibilità di non diventare professionista ma ci sono un sacco di possibilità che tutto questo invece succeda.  

Una mente addestrata si concentra sulle possibilità utili e poi trova i modi per renderle reali.  

La convinzione che qualcosa sia possibile è il primo passo.  

Successivamente le domandche dovresti farti sono: 

Cosa posso fare per ? Che abitudini devo cambiare per …? 

Citando gli esempi iniziali: Cosa posso fare per laurearmi? Che abitudini devo cambiare per diventare un atleta professionista? 

Non lasciare che la tua mente sia un ostacolo, addestrala affinché sia un valido alleato. 

Certo, più il percorso per raggiungere i propri desideri è impegnativo e più la mente avrà un ruolo fondamentale o rilevante. 

Grazie a questo potrai realizzare cose straordinarie. 

Voglio ispirarmi ad un’intervista di un noto atleta per rendere bene l’ideaYuri Chechi. 

Leggendo la sua storia da zero, ovvero da quando era basso ed esile, si potrebbe pensare a tutto fuorché potesse diventare campione olimpico. Eppure, il risultato lo conosciamo. 

In questo articolo vorrei condividere con te alcuni aspetti di una sua intervista che mi hanno fatto pensare:

1

A 9 anni in un tema scrisse che avrebbe voluto vincere le Olimpiadi.  

Quanto tempo ci vuole per realizzare un sogno? A volte molti anni.  

La tua mente dev’essere consapevole che puoi riuscirci e che potrebbe volerci molto tempo.  

Siamo abituati a volere le cose subito. Ecco perché spesso ci arrendiamo e rinunciamo.  

Sono costanza e pazienza che ti portano dove vuoi. 

2

Yuri si è allenato 4 ANNI per una performance di 55 SECONDI. Quei 55 secondi, non altre possibilità. 

Riesci ad immaginarne la portata? Io no. 

Puoi però avere un’idea di cosa significhi una vittoria. 

La mente ha fatto questo, visualizzando il risultato desiderato lo ha motivato a persistere nell’allenamento. 

Il suo allenamento, costante negli anni non ha riguardato solo il corpo ma anche la mente 

Sapeva che gli sarebbe servita una mente di un certo tipoci ha lavorato nel tempo ed è servito. Poco prima dell’esibizione la sua mente ha tenuto lontano la paura e le incertezze.  

La sua mente era convinta che avrebbe potuto farcela perché la sua preparazione era stata al meglio delle sue possibilità 

La sua mente lo ha fatto rimanere concentrato sui suoi movimenti. 

In riferimento a questo parlo delle ancore emotive qui. 

3

Non sempre le cose sono andate come sperava ma, anche in quei casi, la sua mente si concentrava sull’aspetto positivo. Lui stesso dice: “La sconfitta aiuta a capire cosa devi fare per vincere”. 

Questo l’ho notato in molte interviste di atleti di successo. Ricordano pochi dettagli delle sconfittema molti particolari relativi alle vittorie. 

4

Dopo questi successi è tutto finito? Che ruolo ha la mente quando si deve smettere? 

Mi ha colpito la sua risposta. Ovvero che non è necessario considerarsi degli eterni teenagers. È importante sapere che puoi fare ancora molto. Devi accettare che non tutto può dare le stesse soddisfazioni; comunque si può fare anche qualcos’altro che ti appassioni e ti stimoli.  

Non siamo mai “arrivati” nella vita. Abbiamo bisogno di continui stimoli e obiettivi. Alleniamo la mente a sostenerli, qualsiasi essi siano. 

La cosa importante è poter dire sempre: “ho fatto di tutto per riuscirci”. 

Non importa quanto ci voglia per raggiungere i tuoi desideri per essere felice, quel che importa è che devi allenare la tua mente a supportarti sempre. 

La tua mente giocherà un ruolo importante non solo spronandoti in modo positivo ma anche aiutandoti ad essere costante e determinato nel tempo. (questa è un’altra storia…ne parlo qui) 

Impegnati a capire dove la tua mente a volte si “inceppa”.  

Il tuo successo non deve essere un’opzione, concentrati sul trovare il come. 

Hai ancora tempo a disposizione per lavorare al tuo obiettivo.  

Non darti per vinto e allena la tua mente a sostenerti, durante il percorso e al “traguardo”. 

Ricorda che la tua mente ti fa vedere le cose dal suo punto di vista, ma non sempre risulta la realtà. Quello che hai nella tua testa è solo il “tuo” modo di vedere le cose. 

Ad esempio qualcuno potrebbe pensare che l’”unico” modo per diventare ricco sia fare lo spacciatore. È veramente così? 

Sappi che il tuo pensiero non è sempre una verità assoluta. 

Per questo è anche importante, per raggiungere i tuoi desideri, che ti circondi di persone che sappiano incoraggiarti. Persone che sostengano la tua mente positiva e i tuoi buoni propositi. 

Ebbene sì. La tua mente influisce sul tuo futuro. 

Essendo addestrata la tua mente riuscirà a farti perseguire i tuoi obiettivi, continuerà a darti i giusti input. Sarà una forza motivante. 

Questi sono alcuni dei principi trattati dalla neurolinguistica. Se vuoi saperne di più, sarà un piacere farti conoscere alcuni strumenti molto utili per la mente. 

“Io sono il padrone del mio destino: Io sono il capitano della mia anima.” - Invictus

Fiducia. Ecco di cosa parlo nel prossimo articolo.


ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Categorie
ULTIME DAI SOCIAL